ASSOCIAZIONE GRASSMED

Competenze e Qualità nel verde sportivo

L’associazione di categoria GrAssMed unita a FenImprese Bari associazione Nazionale datoriale, entrambi senza fini di lucro, hanno iniziato un percorso formativo qualificante, volto all’adeguamento delle leggi e riforme (vedi D.lgs. 36/2021) e così andare incontro alle esigenze professionali che lo Sport ha urgente bisogno di riconoscere come tali, proprio per creare un indotto sempre più tecnico e specializzato e così poter ricostruire e mantenere con competenza le proprie strutture sportive.

Con i suoi docenti/consulenti nazionali ed internazionali, qualificanti il verde sportivo da parte di GrAssMed e FenImprese Bari sempre più vicino alle istituzioni per ottenere chiarimenti e presentare proposte volte al miglioramento dell’esistenza delle PMI, abbiamo il compito di trasmettere sicurezza ambientale, tecnica e salutistica negli ambienti sportivi, per una migliore performance degli atleti fruitori dei campi sportivi in erba, mediante la sua formazione professionale teorica/pratica, del “tecnico del verde sportivo e orizzontale (groundsman/woman)” rivolta ai futuri discenti interessati, per ottenere così requisiti abilitanti oltre che una degna e propria identificazione, rilasciando allo stesso modo certificati e riconoscimenti dagli Enti preposti.

I nostri percorsi formativi

Focus

Il buon mantenimento seguendo tecniche ben precise, orientate da linee guida dettate da Protocolli in vigore, provenienti da insegnamenti agronomici e sperimentali, è il nostro punto focale.

La nostra storia

Sponsor tecnici

Concetto chiave

Identità

“Riunire, rappresentare e tutelare, senza alcun vincolo di rappresentanza esclusiva, tutti coloro i quali eserciteranno la professione di “Tecnico del Verde Sportivo (groundsman/woman)” coloro che saranno in grado di gestire in modo organizzato, ordinario con conoscenza sulle proprie spalle, i campi sportivi in erba delle molte discipline e così eventi nel loro spazio, attraverso specifiche competenze indotte mediante percorsi formativi continui, teorici ma soprattutto pratici tra i pitches. Lo scambio, la condivisione e collaborazione culturale, tra le entità nascenti e quelle veterane, nazionali e stranieri, sarà il nostro punto di forza, UNITI PER CAMBIARE, compreso l’aspetto dei molti campi sportivi senza erba, ancora oggi in attesa del nostro lavoro specializzato.

Goal (raggiunto)

Il nostro obbiettivo primo è quello di ottenere il riconoscimento professionale di tale figura tecnica ed indispensabile per la manutenzione quotidiana dei campi sportivi in erba, seguendo quel percorso possibile delle PROFESSIONI NON ORDINISTICHE, regolamentate dal MISE tramite circolare 3708 lg del 4 gen 2013, dove le associazioni che tutelano una professione , dovranno in seguito farne parte come Ente sindacale della professione nascente. (un po’ più o meno quello che gli inglesi hanno fatto con i loro Enti Ministeriali di competenza).

Campi di applicazione

Certo il gioco del calcio è quello che risalta di più, dato il numero considerevole dei suoi campi (oltre 22000 in Italia) , seppur si nota dopo attenta ricerca una buona % di campi sportivi sono in disuso (abbandonati dalle amministrazioni comunali), i quali potrebbero essere ri-utilizzati con altre discipline sportive, adattandoli per esempio al rugby o tennis su erba naturale; questi ultimi sport nobili che fanno parte dei nostri ricordi oramai, anche se si nota una flessione incoraggiante. Per completezza tale programma di formazione è considerato utile per tutti i tipi di verde orizzontale e così saranno compresi i seguenti temi:

GESTIONE AREE PROTETTE

PARCHI

TUTELA ECOSISTEMI

VERDE PUBBLICO, SPORTIVO E PRIVATO

APPLICAZIONE SISTEMI AMBITO ANTROPICO

Intervista Mediaset Premium Sport
Francesco Dotto DFCG.it

Clic per aprire il video